Fabbri 1905 ITA Fabbri 1905 ENG Fabbri 1905 ENG

Tradizione italiana da cent'anni

open menu open search

Facebook  Twitter  Instagram  YouTube  Pinterest 

Ghiaccioli, che passione!

Ghiaccioli, che passione!

Freschissimi, golosi, colorati e light.

Per quando fa caldo, ma anche per una pausa sfiziosa. 

L’estate 2011 ha riscoperto i ghiaccioli, semplici da fare anche in casa, ma sempre una delizia per il palato e con l’indiscutibile vantaggio di non intaccare la silhouette.

Se poi sono all’amarena, o con uno dei tanti gusti di sciroppi Fabbri la bontà è assicurata. Basta davvero poco. Come? Ci vogliono acqua o latte, sciroppo all’amarena e Amarena Fabbri. Calcolate un cucchiaio circa di sciroppo per ogni ghiacciolo, aggiungete il liquido, qualche cucchiaio di amarene, mixate tutto insieme, infilate nel freezer e il gioco è fatto. Soprattutto se vi siete procurati l’accessorio “must have” dell’estate.

Si chiama Zoku, la “ghiaccioliera” più amata d’America finalmente disponibile anche in Italia (la distribuisce Kunzi, kunzi.it) e ha rivoluzionato i ghiaccioli “fai da te”. Basta lasciarlo in freezer e quando sale la voglia di fresco si tira fuori, si riempie con il preparato a base di amarena e, tempo 7-8 minuti, ecco ghiaccioli perfetti. Altrimenti ci vuole un po’ più di tempo – generalmente 6 ore. Ma consolatevi, potete sbizzarrirvi con gli stampi, davvero fantasiosi, che si trovano in commercio. Si va dai modelli base, come Molnfri, un set da sei formine colorate e dotate di stecco, che si trova da Ikea, a quelli a forma di fiore di Silikomart (silikomart.com) o di animaletti da Martellato (martellato.com) fino agli ombrellini (euronova-italia.it). I più originali? Quelli che per reggere il ghiacciolo hanno zampette di rana, mucca e oca.

A disegnarli è stata la giovane designer Chiara Occhipinti (chiaraocchipinti.it) che firma la linea "Nella vecchia fattoria".